TEATRO: L'INFORMAZIONE DEL SUGGERITORE DANZA TEATRO CINEMA-MOSCATO E DEL BONO – IL CONTRIBUTO DI NAPOLI MISTERIOSA: SANGUE E BELLEZZA DI E CON ENZO MOSCATO – GUERRA PIPPO DEL BONO ESTRATTO 1

il Suggeritore 120
mensile elettronico di teatri di vita anno X – n. 12 – dicembre 2011
http://www.teatridivita.it/news.html

in questo numero:

la danza – Abbondanza-Bertoni: la coppia “felice” della danza (3-5 dicembre)
Un grande ritorno per i due artisti che hanno segnato la danza contemporanea italiana, con Un giorno felice, riflessione semiseria sul rapporto di coppia, ispirata a Beckett, per raccontare piccoli affetti e grandi incomprensioni nei rapporti d’amore. Da non perdere.

il teatro/1 – Con Akròama, la donna è visionaria (13-14 dicembre)
Un po’ Ecuba su Troia in fiamme e un po’ attrice malinconica e solitaria: un intenso ritratto femminile portato in scena da Lelio Lecis per l’interpretazione di Lea Karen Gramsdorff, in Come vent’anni fa, spettacolo lieve e drammatico, sostenuto da un trio d’archi che esegue musiche dal vivo.

il teatro/2 – Tornano le Camere separate di Tondelli rilette da Adriatico (16-18 dicembre)
Ritorna per poche repliche Biglietti da camere separate, narrazione intima e bruciante dedicata allo scrittore di Correggio, a 20 anni dalla sua scomparsa. Con Maurizio Patella e Mariano Arenella, le musiche di Massimo Zamboni e le canzoni di Angela Baraldi. Pubblichiamo la recensione di Silvia Napoli.

il cinema/1 – Il docufilm di Adriatico-Corbelli a Bologna e altre città, per la Giornata Mondiale contro l’Aids (1 dicembre)
Decine di volti ci raccontano l’evoluzione del rapporto con l’Aids in Italia e quindi della società italiana dagli anni 70 a oggi. Un film intenso e sorprendente, che in questi giorni sarà a Bologna, Milano, Piacenza, Padova, Verona, Bolzano e Lucca.

il cinema/2 – Il debutto di Van Sant e altri film “d’amori sconfinati” (15-22-29 dicembre)
Tre grandi film per un dicembre all’insegna del cinema a tematica lgbt. Dalla straordinaria opera prima di Gus Van Sant Mala noche al pluripremiato filippino The blossoming of Maximo Oliveros, fino al tuffo agrodolce nel mondo dell’industria porno con The fluffer.

i corsi – Da gennaio, il nuovo corso di teatro del lunedì su Neil Simon
Tra un mese prende il via il nuovo corso di Teatri di Vita, aperto a tutti, anche ai principianti. Un incontro a settimana, e uno spettacolo conclusivo in giugno. Dalle basi della recitazione al lavoro sui testi del più grande commediografo americano.

lo scaffale/1 – Un teatro nella savana: la scommessa di Mandiaye N’Diaye


Lo storico attore delle Albe è tornato nel suo villaggio in Senegal per realizzare un progetto affascinante: fare teatro dove non esiste nulla, facendo in modo che il teatro sia volano della rinascita di una zona sepolta solo dalla polvere. Si chiama Takku Ligey.

lo scaffale/2 – Delbono e Moscato: confessioni fuori scena
Due outsider del teatro italiano propongono in queste settimane due volumi di riflessioni, pensieri, racconti, ricordi. Due libri che non sono “di” teatro, ma che interrogano il fare teatro attraverso la parola letteraria.

TUTTI GLI ARTICOLI SONO ON LINE ALL’INDIRIZZO http://www.teatridivita.it/news.html

L’INCIPIT DELL’ARTICOLO SU ENZO MOSCATO E PIPPO DEL BONO:

Due outsider del teatro italiano, due visionari creatori di un loro originalissimo teatro, due affabulatori della realtà più intima sotto forma di sogno. Difficile immaginare come siano poi così vicini nel senso del loro fare teatro, due artisti così lontani, invece, nella forma della loro arte. Eppure, quando ti trovi sulla scrivania, fianco a fianco, gli ultimi libri di Pippo Delbono ed Enzo Moscato, a prescindere dalle differenze evidenti, risalta un’attitudine teatrale fortemente simile. Quella, appunto, in cui l’autore stesso si mette in scena, con il proprio sé – quello vero e quello, non meno vero, della sua rappresentazione – e con le proprie parole che diventano suono, immagine, pensiero. Il tutto con un’originalità che ha reso Delbono e Moscato protagonisti riconoscibili di un teatro – il loro – inimitabile. E che li pone, anche in questo caso, in forte similitudine nel concepire e realizzare una scrittura che è completamente, visceralmente, permeata della propria persona, non solo nella mente, ma – si potrebbe dire – nel corpo.

CONTRIBUTO DI NAPOLI MISTERIOSA AL TEMA

ESEMPI D’ARTE A CONFRONTO IN SPAZI RISTRETTI VIRTUALI

SANGUE E BELLEZZA DI E CON ENZO MOSCATO

GUERRA PIPPO DEL BONO ESTRATTO 1

 

 

This entry was posted in arte, attori, autori, libri, luoghi, teatro, Uncategorized. Bookmark the permalink.

Comments are closed.