Solfatara e i fumi miracolosi

Napoli , Pozzuoli ,1870 . Questo è all’incirca l’anno in cui il medico dell’ospedale Incurabili dott.Giuseppe De Luca , prorpietario insieme ai suoi 6 fratelli della conosciutissima Solfatara di Pozzuoli , ebbe un idea che riscosse all’epoca grande successo e approvazione di pubblico ,.Essa consisteva nell’imbottigliare l’aria del vulcano (Solfatara) , che era , ed è ancora ricchissima di idrogeno solforato , e di distribuire tale contenuto agli infermi dell’ospedale che avevano problemi di erezione , raccogliendo decisi consensi da parte di chi aveva annusato il naturale rimedio. Dopo un po il rimedio miracoloso incomicio ad essere venduto anche al publico , e fù un vero trionfo di successi.Secondo i racconti dell’epoca quei solforosi effluvi avevano degli effeti straordinari sul risveglio sessuale delle persone che l’utilizzavano ,tanto che si potevano sperimentare gli effetti quasi da subito .La vendita delle bottigliette miracolose andò avanti per molti anni ,ed ad esso si aggiunse in seguito anche un altro prodotto : i fanghi e tutto questo nonostante molti medici dell’epoca furono furiosamente contro tale prodotto.Pare inoltre che tale rimedio aveva anche una certa efficacia per le emoraggie interne , in special modo quelle uterine , per la leucorrea , catarri cronici e cosi via .
La notizia piu sorprendente è che alcuni ricercatori della facolta di Farmacia della Federico II di Napoli
(Roberta d’Emanuele , Giuseppe Tirino , Vincenzo Mirone) hanno ricevuto l’imprimatur del Nobel americano Luis Ignarro , perche hanno scoperto che l’esalazioni della Solfatara stimola L’erezione dei topolini e il vasorilassamento di un pene in provetta .
Pare che da quando si sia diffusa la notizia fiumi di visitatori affollano nei week end il sito della Solfatara , che hanno triplicato le visite.
Spunto per l’articolo Corriere della Sera 17/03/09

This entry was posted in leggende and tagged , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.