Pozzuoli

Situata sull’omonimo golfo ,la cittadina di Pozzuoli si trova in mezzo a una zona prevalentemente vulcanica,chiamata Campi Flegrei (cioè campi ardenti),la zona comprende anche un vulcano tuut’ora attivo ,quello della Solfatara.
Pozzuoli tra le tante cose è nota anche per per il fenomeno geosismico detto bradisismo, che consiste nel sollevamento e nell’abbassamento della crosta terreste.Il fenomeno è dovuto dall’aumento o dall’abbassamento della pressione sotteranea.
La città è molto antica nel VI secolo A.C. era gia uno scalo commerciale della citta di Cuma ,in seguito la citta di Pozzuoli vera e propria venne fondata nel 528 A.C. dd un gruppo di viaggiatori scandinavi I Sami.in seguiot la citta fu governata dai Sanniti per due secoli ,e nel 228 A.C. fu conquistata dai romani insieme a tutta la Campania.
Furono i romani a battezzarla con il nome di Puteoli, perche la zona era strapiena di sorgenti d’acqua termo/minarali.
Data la sua posizione strategica nel Mediterraneo divenne per i romani il porto principale per il commercio , in particolar modo con le piu importanti citta dell’oriente, che qui stabilorono le loro stazioni commerciali.
In seguito al sempre piu crescente fenomeno del bradisismo ,e il conseguente sprofondamento del litorale ,verso la fine del V secolo costrinse gli abitanti a ritirarsi sulla collina ,l’attuale rione Terra, che in seguiot della recinsione della citta con le mura , divenni il Castro Puteolano.
Successivamente alcuni Puteolani cominciarono a stabilirsi fuori dalle mura , in vicinanza del mare, dopo un po di anni qusto fenomeno diede luogo alla nascita di un borgo di pescatori.
Tutta la zona di pozzuoli fu nei secoli fortemente caratterizzata da fenomeni vulcanici ,si ricorda nella storia quello di Settembre 1538 ,quando un tremendo terremoto distrusse , ingoiandolo nelle viscere il villaggio di Tripergole che si trovava tra il Lago D’Averno e il monte Barbaro, al ritirarsi della densa nube eruttiva, nel luogo del villaggio si era innalzata una collina che venne chiamata in seguito Monte Nuovo.
Pozzuoli e tra le pochissime citta Europee a possedere due Anfiteatri.
Il piu importante Anfiteatro Flavio e uno piu piccolo l’Anfiteatro Minore .L’Anfiteatro Flavio fu edificato da Nerone e poteva ospitare piu di 20.000 persone.Nei sotteranei è ancora possibile poter ammirare parti del sistema che serviva a sollevare le gabbie che portavano, attraverso delle botole,nell’arena le belve feroci (tigri;Leoni).
I resti del anfiteatro Minore che furono riconosciute in seguito ai lavori dell’asse Roma Napoli che lo attraversa nel mezzo,è di origine piu antica ,è fu aabandonato perche non rispondeva piu alle nuove esigenze dei sempre piu cruenti e affollatissimi spettacoli dell’Arena.
Altre importanti testimonianze di epoca romana è lo stadio di cui è l’unico rimasto in Italia,la necropoli romana di via Celle , attualmente lasciato all’abbandono, e il tempio di Apollo sul lago d’Averno,e il famosissimo Macellum o meglio conosciuto con il nome di Tempio di Serapide(1-2 secolo D.C.).quest’ultimo deve il suo nome ,per il rinvenimento al tempo dei primi scavi di una statua del dio egiziano ,Appunto Serapide,in realta il tempio non è altro che la zona del Macellum , cioè il mercato pubblico della citta.

This entry was posted in luoghi and tagged . Bookmark the permalink.

Comments are closed.