NAPOLI, PIAZZA PLEBISCITO OVVERO PIAZZA DELL'ASSASSINO

Sangue non dilavato. Ai Martiri della Repubblica Napoletana. Scatto di Alessia e Michela Orlando, progetto AMO.

Ci sono parole, eccome se ce ne sono e se ne potrebbero aggiungere! La protesta di una donna, di una napoletana, non potrebbe mai trascinare nella trappola del: “Non ho parole”. Espressione abusata, dietro cui si nascondono sofferenza meravigliata che annichilisce, l’incapacità di reazione sincera, modi subdoli per disimpegnarsi… Se, in questo caso, la vogliamo fare breve, è perché lo spazio deve essere conquistato da quelle di ANTONELLA OREFICE, storica-ricercatrice, direttore responsabile di Il Nuovo Monitore Napoletano. Tuttavia, non ci sono solo parole soltanto. C’è la coscienza che troppo sangue ingiustamente versato non è stato lavato. Non ci saranno processi di piazza. Non ci saranno vendette, ma non possiamo tollerare che tutto cada nell’oblio. Si prenda esempio da Antonella, ci si senta con lei ammantati sotto la stessa bandiera e si inceda verso atti di giustizia e bellezza, diffondendo le parole del Prof. Nicola Terracciano:
I vili politici fino ad oggi che hanno governato Napoli, la Campania, la Nazione, servi di potenti e clericali, che hanno sequestrato e tengono tra loro grinfie ancora oggi la memoria nobile di Napoli, hanno avuto finanche la paura di mettere al suo posto il ‘Monumento al Plebiscito del 21 ottobre 1860’, che è e marginalizzato, dimenticato, dietro la cancellata nel giardinetto del lato nord di Palazzo Reale, quello che si affaccia sullo spiazzo definito dal lato destro del S.Carlo e un tratto di Via Vittorio Emanuele III.

http://www.nuovomonitorenapoletano.it/index.php?option=com_content&view=article&id=850%3Anapoli-piazza-del-plebiscito-ovvero-piazza-dellassassino&catid=72%3Alibere-riflessioni&Itemid=83

This entry was posted in arte, attori, autori, curiosita, Eventi, foto, I luoghi del cuore, libri, luoghi. Bookmark the permalink.