MISTERIOSO LIBRO PER MISTERIOSO EDITORE

Manifesto dell'Associazione per i diritti delle donne: Fammi entrare e porterò una nuova luce

MADAME XY (PER CONOSCERE. FORSE)
Storie di DONNE
E di un EDITORE NAPOLETANO: MISTER XY (per non dire altro)

Ormai si tratta di continuare a lottare affinché le cose cambino. “Alzati e cammina” è diventato il leitmotiv di tutte quelle e di tutti quelli che auspicano che finalmente le cose si muovano.
Da un libro che non vogliamo si diffonda…meglio sarebbe fosse mandato al rogo. O no?

Non possiamo dir nulla. Non possiamo tradire la nostra fiducia. Il primo pensiero che ci è passato per mente avendo in mano questo libro è stato: “Il Caso ce lo ha consegnato. Vediamo se qualcuno lo conosce; se ad altre e ad altri capiterà di poterlo scoprire”.
Cattive. Vogliamo essere cattive fino in fondo. Non diremo di quale libro si tratti. Forse l’Editore ci sparerà. Si sappia: se moriremo per morte violenta si indaghi sul libro che si sta per NON citare.
Qualcuno penserà: che follia è mai questa? Tranquilli. Corriamo il rischio; ma è calcolato. Dove potrà mai venire a pescarci quel bel tomo dell’Editore, del quale, per agevolare la lettura e dar modo almeno di immaginarlo, evidenziamo essere: dotato di due gambe; cervello, certamente si; fantasioso, non poco; campo di intervento prevalente Napoli e distribuzione capillare con geniali soluzioni; segno di riconoscimento (non c’è qualcuno che pensi già: queste ora gli lisciano il pelo-l’anima; che vorranno mai?): cortesia; ulteriore segno di cortesia: politicamente corretto; difetti: uno solo. È troppo interessante perché sia vero, forse; ulteriore elemento caratterizzante: è uno che fa i fatti; ulteriore eccetera eccetera: ottimo fotografo, dotato di occhio trasversale; una sua cartella contiene, salvo errore di calcolo, uno, due, tre, quattro, cinque, ben sei capolavori. Se chi legge potesse vederli si metterebbe a ballare, magari con un pensiero triste. O forse no.
Della copertina: possiamo solo dire che c’è, tra l’altro, uno sguardo verde sfuocato. E che contiene anche la parola…NO! No, non la diciamo. Caso mai lo sveleremo più in là, in un’altra occasione qualora divenissimo più buone.
La carta utilizzata: emozionante. Prendere in mano un libro, aprirlo, trovare che la carta sia quella, necessiterebbe quasi una lacrimuccia o un salto di gioia. O tutti e due. È un vero regalo al tatto, agli occhi, alla vista: le pagine sono non riflettenti. La luce vi si posa, sfiora le parole e ti consente di leggere piacevolmente.
E veniamo al libro scritto da MADAME XY (non una ma due incognite, come si nota). Inutile cercare quel nome tra le scrittrici; è solo una nostra invenzione per non dire il nome vero dell’autrice.
Siamo in presenza, dunque, di una penna al femminile. Ma attenzione: noi non conosciamo la persona; pertanto potrebbe essere un maschio o chissà che altro. A noi interessa poco che tipo di biancheria utilizzi e veniamo al dunque, veniamo al contenuto.
Ovviamente siamo costrette a sottoporlo a ferrea censura per non dare ulteriori indizi. Non vorremmo che qualcuno scoprisse di chi si tratti e vada a comprare il libro. Non sia mai! Sarebbe una catastrofe a cui non vogliamo partecipare.
Ci siamo chieste se abbia e quali siano ulteriori meriti, questo benedetto libro che vogliamo resti sconosciuto. Lo vogliamo con ogni forza; siamo in due a remare nella stessa direzione: il libro speriamo resti nel dimenticatoio, che nessuno capisca quale sia e chi sia l’autrice anche se non la conosciamo e potrebbe essere eccetera eccetera (ci sta bene anche qui)…
Sì. Ci siamo risposte Sì! Ha molti altri meriti. Dovendo usare una sola parola per dire che effetto faccia la sua lettura lo diremmo SFRIGOLANTE. Il termine ci è stato “regalato” di recente da Modestino Picariello, amministratore del blog partenopeo Sirena Partenope-Fallinlove with Napoli: http://sirenapartenope.blogspot.com/. Consigliamo di leggere la notizia più rilevante di questo periodo, opportunamente segnalata: http://sirenapartenope.blogspot.com/2011/02/napoli-con-la-nebbia.html
Torniamo al libro: esso è dotato di un PROLOGO.
Eccolo, acconciamente censurato:
Non avrei mai pensato che ci saremmo potute riuscire. Non avrei mai osato pensare nemmeno in sogno di riuscire a riunire l’8 marzo 2003, nelle strade di Parigi, più di trentamila persone, di cui la maggior parte proveniva dalle banlieus, dietro il nostro slogan CENSURA (si omette di riferirlo giacché sarebbe troppo caratterizzante e svelerebbe l’inenarrabile. NDR).
Era da anni che le associazioni femministe avevano difficoltà a mobilitare le persone intorno ai loro temi tradizionali. (…)
Qualche mese prima erano avvenuti due fatti importanti, che ci avevano spinto ad organizzare questa marcia. Prima di tutto l’orribile dramma, accaduto il 4 ottobre 2002: l’uccisione di Sohane, una ragazza di diciotto anni, bruciata viva in uno scantinato della cité Balzac di Vitry-sur-Seine. Bella e non sottomessa, Sohane aveva pagato con la vita il fatto di non essersi piegata alle norme che regolano la cité, alla legge del più forte. (…)
Poi è seguita la “Marcia delle donne dei quartieri per l’uguaglianza e contro il ghetto”. (…)
Ormai si tratta di continuare a lottare affinché le cose cambino. “Alzati e cammina” è diventato il leitmotiv di tutte quelle e di tutti quelli che auspicano che finalmente le cose si muovano.

Dopo il PROLOGO c’è il resto, tutto ciò di cui non parleremmo mai, neppure se fosse l’ultimo desiderio prima della esecuzione di un condannato a morte.

This entry was posted in Alessia e Michela Orlando, autori, libri, libri da salvare, Uncategorized. Bookmark the permalink.

0 Responses to MISTERIOSO LIBRO PER MISTERIOSO EDITORE

  1. Hello, this is really great post, I will bookmark this! it will help lots of people. Keep posting!