La Festa di Piedigrotta

Le origini della Festa di Piedigrotta  a Napoli sono molto remote ,esse risalgono agli antichi baccanali che si officiavano in onere del dio priapo nei rituali per propiziare la fecondità e si celebravona nei pressi della Crypta Neapolitana.La natura orgiastica dell’antica festa rimase immutata nei secoli ,anche dopo l’avvento del cristianesimo essa era molto praticata ,ma poi anch’ essa fu incorporata nel cristianesimo.
Così la festa arcaica di un borgo di pescatori svanì per sempre ,e venne sostituita dalla nuova veste che il nuovo culto impose , la trasformazione ebbe inizio nel XIV secolo quando a seguito di una leggenda fu costruita nei pressi della Crypta Neapolitana una piccola cappella, pare che tre persone sognarono qui la madonna e che in seguto fu ritrovata una statua che la rappresentava. Nel XVI secolo la chiesa fu ingrandita e divenne il centro della devozione del borgo di pescatori e anche della sua festa che ricade l’8 settembre , giorno della natività di Maria.
La Festa con la sua sgargiante parata ,dove partecipava non solo il popolo ma anche i rappresentati del regno e spesso anche i regnanti di Napoli con i dignitari e ambasciatori dei paesi vicini, i corpi militari e i pellegrini , essa non perse mai del tutto la sua peculiarità orgiastica e pagana , e divenne una festività importantissima di Napoli.
Fin da quel tempo durante la festa si organizzavano delle vere proprie gare tra i cantori che erano un elemento caratteristico della manifestazione-
Sulla scia di questa antica tradizione la Festa di Piedigrotta diventò nel XIX secolo la culla della canzone Napoletana classica , che conobbe la sua epoca d’oro nel periodo tra il 1890 e il 1910 ,fu in questi anni che le grandi canzoni di Salvatore di Giacomo,Libero Bovio,Raffaele Sacco a tanti altri ancora fecero la storia della canzone napoletana.
Video I misteri di Piedigrotta

Vedi anche Grotta di Cocceio

This entry was posted in feste and tagged . Bookmark the permalink.

Comments are closed.