LA CULTURA NELLA CAPITALE – DOSSIERDOMANI

Ragazzo "L’immagine di Hatta Naohiko dell’Agenzia Kyodonews di Tokyo vincitrice dell’edizione 2011 del Premio Mario Pannunzio per il Giornalismo Fotografico, promosso dal Centro Studi e Ricerche sulla Cultura visuale e sui linguaggi della comunicazione di Roma. Distribuita in Italia dall’Associated Press, la fotografia è stata pubblicata nel n. 12 del magazine del Corriere della Sera “Sette” all’interno del servizio Giappone/I giorni della dignità e del coraggio (disastro di Fukushima)".

DossierDomani
Roma, che molto spesso si preferisce esporre come luogo di mero conflitto politico e sovraccarico di problemi, è in realtà sottoposta alle normali sciagure (purtroppo normali) che ritroviamo in mille altri posti di questa vituperata Madre Terra. È, per fortuna continua a esserlo, una fucina di iniziative culturali, favorita dal fatto che sia anche un crogiuolo etnico ancora abbastanza capace di accogliere. Le eccellenze ci sono e le troviamo distribuite in vari settori della Cultura con la maiuscola. Se un limite si dovesse essere costretti a rilevarlo, non si potrebbe evitare di individuarlo nell’incapacità della politica di comprendere il valore della cultura. In altri Paesi le cose vanno meglio e ci pare chiaro quanto sia rilevante che non far pagare la crisi alla cultura alla fine rappresenti un tornaconto. Lo è anche sul piano economico, ma soprattutto sul fronte della qualità del vivere.
Le eccellenze: si rinvengono nella organizzazione di mostre, essendo innumerevoli le gallerie che organizzano eventi rilevantissimi, oltre quelle istituzionali. Va segnalata l’attività disimpegnata dalla Università Sapienza, Dipartimento di Chimica, Museo “Primo Levi” che conta sia sulla competenza, sulla disponibilità e sulla attività del Direttore, il Prof. Luigi Campanella, che della Responsabile, la dottoressa Maria Giuliana Troiani, che del dr. Andrea Macchia, specialista in Conservazione dei Beni Culturali, il quale disimpegna anche l’attività di ideazione, gestione, coordinamento di eventi complessi coordinandosi con altri Enti e associazioni del territorio (http://www.luigicampanella.it/; Email: [email protected]; sito web: http://w3.uniroma1.it/museochimica/index.html).
Altra eccellenza: nella Poesia, curata con attenzione ed efficace capacità di coinvolgimento dall’associazione Roma Tiberina, Presidente prof. Sandro Bari (http://www.romatiberina.com/salottoromano.htm) e nella editoria. Si pensi anche alla piccola editoria, quella che si regge sulla bontà delle idee, sulla partecipazione di scrittori, non solo di origini italiane, che spediscono contributi da moltissimi Paesi. È il caso di Pragmata Edizioni, agitata magistralmente dalla instancabile Monica Palozzi (http://www.pragmata.info/; pagina face book: http://it-it.facebook.com/pages/Pragmata/64481330247).
L’eccellenza che segnaliamo come essenziale, ruota attorno alla fotografia, comprendendo anche quelle cinematografica, teatrale, pubblicitaria e così via. Prova ne è anche DossierDomani.
È il foglio mensile a diffusione gratuita del Centro Studi e Ricerche sulla cultura visuale e sui linguaggi della comunicazione con sede in Roma, (via dei Reti, 19/a; [email protected] – www.centrostudiricerche.it). Il Centro, struttura senza fini di lucro, rappresenta la continuità della Nuova Arnica Editrice, cessata nel 2008, che per oltre trenta anni ha caratterizzato la sua attività specialistica nella cultura e nella legislazione dell’immagine fotografica. Considerato il giornalismo fotografico come linguaggio visivo per eccellenza, il Centro Studi segue questo genere con particolare attenzione con attività di ricerca, attraverso incontri e con l’aggiornamento costante di una biblioteca specializzata. Nel sito del Centro Studi è presente una bibliografia specializzata anch’essa in costante aggiornamento.
Il foglio DossierDomani viene inviato mensilmente in versione pdf e tratta gli aspetti più attuali della legislazione fotografica, curando un osservatorio permanente sul rapporto fotografia-privacy e perseguendo il fine di tenere aggiornati quanti, a diverso titolo, si dedicano alla ripresa e alla utilizzazione dell’immagine sui diversi mezzi. Questo particolare aspetto costituisce la mission fondamentale del Centro Studi, considerato che nella legislazione italiana l’attuazione di questa legge rischia di limitare le possibilità operative di quanti praticano la fotografia, mettendo in discussione anche il precetto costituzionale della libera circolazione del pensiero. Da tre anni il Centro Studi promuove il Premio “Il Mondo” continua –Premio Mario Pannunzio per il Giornalismo fotografico per tenere presente la ineguagliata lezione che la testata perseguì per tutta la sua vita nell’affermare la centralità della fotografia anche come elemento autonomo nella comunicazione giornalistica.
Il Premio è quindi destinato all’autore di una fotografia, pubblicata nella stampa quotidiana e periodica, che risponda al requisito dell’autonomia contenutistica rispetto al contesto della pagina. Per il 2012 il Premio verrà conferito sulla scorta di un monitoraggio del Centro Studi sulle principali testate. L’edizione 2011 ha assegnato l’ambito riconoscimento al fotografo giapponese Hatta Naohiko, dell’Angezia KyodoNews di Tokyo con la seguente motivazione”L’immagine, pur se ripresa nel contesto di un evento altamente drammatico, travalica la funzione cronachistica fornendo una completa e indiscussa testimonianza della capacità del popolo giapponese di affrontare anche le contingenze più estreme con spirito razionale e comportamenti costruttivi. Tali caratteristiche assumono un significato ancor più profondo considerata la giovane età del soggetto.” www.centrostudiricerche.it

Il vincitore del Premio Hatta Naohiko

This entry was posted in arte, attori, autori, Eventi, foto, mostre, Uncategorized. Bookmark the permalink.

7 Responses to LA CULTURA NELLA CAPITALE – DOSSIERDOMANI

  1. therry says:

    davvero fondamentale non dimenticare che dietro un evento c’è sempre il lavoro di persone che sfidano gli eventi per poter portare a conoscenza del mondo i fatti di cui a volte non si parla. La foto vincitrice trasmette più drammaticità del disastro stesso, ma anche la forza di questo popolo che non ha mai smesso di lottare. Prendiamone esempio …

  2. Grazie del commento, vedo che hai centrato in pieno
    lo spirito dell’iniziativa e il perché della scelta.
    Un saluto
    Gianfranco Arciero

  3. Alessia e Michela Orlando says:

    Beh, gentile Prof. Gianfranco Arciero, Theresa ha sensibilità e esperienza da vendere, tanto che vorremmo sottolineare il suo appello. Da aderire a scatola chiusa.
    Grazie a entrambi.

  4. therry says:

    a volte bastano pochi piccoli passi per fare grande il mondo. Lusingata del suo commento prof. Arciero. Ho inviato e condiviso l’articolo … speriamo si possa fare ancora tanto! Grazie anche a Michela ed Alessia che fanno davvero tanto.

  5. A te, a voi, Theresa e prof. Arciero.

  6. Carmelina Cellupica says:

    Come sempre Alessia e Michela, un articolo che che ha sottolineato con sensibilita ed eleganza, l’importanza di far conoscere le attivita che diffondono cultura. Mi riferisco al vostro bellissimo commento su PRAGMATA….”la partecipazione di scrittori, non solo di origini italiane, che spediscono contributi da moltissimi Paesi.” Sono una Italo-Canadese orgogliosa di Pragmata….e Siiiiiiii, sono una “degli scrittori” forse non dovrei chiamarmi cosi perche non ho publicato libri. Ho semplicemente contribuito alle antologie e raccolte di Pragmata. Un’Associazione che si occupa con eccellenza a diffondere cultura….un’associazione promotrice di eventi culturali e concorsi a premio. Detto con esattezza, Alessia e Michela, Pragmata e “Agitata magistralmente” dalla sua curatrice, Monica Palozzi. PRAGMATA, unassociazione attiva nella promozione della lettura e degli autori…promotrice di eventi culturali e concorsi a premio. Pragmata permette a tutti di partecipare e non chiede altro che condividere pensieri e parole sulla carta, scritte perfettamente e con emozione.

  7. infatti, gentile Carmelina, a noi pare sempre troppo poco dichiarare i meriti di Pragmata e di Monica Palozzi.
    Speriamo siano scoperte da molti altri ancora.