Il Colleggio degli Augustali e i luoghi di forza

A Ercolano si trova quel misterioso luogo di culto denominato “Colleggio degli Augustali“,è questa una stretturadel tutto particolare ,infatti pur essendo quest’ultima la sede di potere politico(Gli Augustali erano degli alti magistrati della città),mostra in un lato della struttura un sacello sacro.Questa è una sorta di cappela affrescata ,ed è in questa parte dell’edificio che gli Augustali praticavano il culto segreto dell’imperatore.Questo antico rituale praticato nell’antica Ercolano era di origine Egiziana ,in esso si realizzavanodelle pratiche che erano la reminescenza di questa più antica cultura ,tramandata probabilmenta anche dagli Esseni in periodi più recenti.Il rituale consisteva nell'”elevazione” verso altezze simboliche dell’Agusto Cesare e pare che durante questi riti avvenisse il fenomeno della levitazione. Molto probabilmente la zona del “sacello sacro“,fu costruita su una zona particolare ,dove cui certi fenomeni erano possibili ,e che solo i sacerdoti di quell’antica conoscenza sapevano individuare .

Ercolano come Pompei furono sede di grande conoscenze “esoteriche”,dove L’antica Neapolis ne rappresentava sicuramente il centroiniziatico.Infatti bisogna ricordare che a Napoli in quel tempo viveva una grande e potente comunità di Alessandrini(comunità egiziana politico/religiosa),che avevano il loro centro in quella zona di Napoli Chiamata poi “Sedile del Nilo“e conosciuta nel settecento come “O cuorpo e Napule“,questa era una vera e propria città nella città.Ricordiamo che nel quattrocento fù rinvenuta li,la la particolarissima statua del fiume/dio Nilo ,che fu in principio ritenuta il corpo di una donna perle sue fattezze.,fu poi restaurata con la classicheggiante testa barbuta con cui oggi la conosciamo nella popolarissima piazzetta Nilo,ma probabilmente in età greco/Romana doveva possedere la testa con il copricapo egiziano.

Video Napoli Velata

This entry was posted in archeologia, leggende, luoghi and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.