AMORE – PARLARNE – SCRIVERLO – CANTARLO LETTERATURA GENERE CHICK LIT

Quest'opera è stata rilasciata nel pubblico dominio dal suo autore, The Tango! Desktop Project ed è tratta da Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Amore

AMORE – PARLARNE – SCRIVERLO – CANTARLO

Letteratura di genere Chick Lit. Un concorso indetto da Chichili Agency Italia:
http://www.concorsiletterari.net/chick-chick-urra-concorso-chick-lit
http://www.facebook.com/pages/Chichili-Agency-Italia-Pubblichiamo-distribuiamo-e-convertiamo/209514869087354
L’AMORE è faccenda che ha a che con il mondo dei sentimenti. Da cosa sia esattamente composto, quale l’alchemica composizione, andrebbe di volta in volta individuato, giacché molto dipende dall’”oggetto” amato. Il panorama di possibilità è così ampio da dover tralasciarne una infinità che, purtroppo, sarebbero necessarie per meglio definirne i contorni. Volendo limitare l’analisi al rapporto maschio-femmina, si farebbe abbastanza presto a dire di come il fenomeno esploda e ti trascini: la chimica, un insieme di sostanze che il cervello ben produce, esplode e ti consente di farti attrarre da un esemplare dell’altro sesso. “Esemplare”: un bell’imbusto, insomma, un tipo da spiaggia, uno dall’aria da intellettuale, l’idraulico di turno con i bicipiti in bella evidenza e pure un poco puzzolente … quello che ti sta bene in quel momento, insomma. La faccenda si complica se consideri che possono intervenire i sentimenti, quando ti trovi di fronte all’amore “romantico”. È quello, non è certo platonico (altro genere), caratterizzato da sensazioni particolari, dall’affetto, da un leggero dolorino che non sai dove si collochi esattamente, che si manifesta anche attraverso progetti comuni, a iniziare da inezie (“dove andiamo a berci il caffè?”), per giungere insieme al traguardo importante: comprare i cuscini per il letto matrimoniale. È l’arena che vedrà le singolari tenzoni amorose, ma anche i sogni condivisi, fino a che lui non comincia a russare che ti pare di aver scelto di dormire con un maiale, ormai divenuto anche poco porco. Amore “romantico” è anche quello che ti lega ai parenti, agli altri esseri della tua specie, agli animali domestici … In realtà siamo in presenza di affetto. È solo uno sfiorare il concetto di amore. In ogni caso, il termine, attraverso questa via, viene sempre più piegato ad altri usi: diventano amore le varie passioni possibili. Lo si usa, infatti, per uno sport, per una idea politica, per un lavoro … andrà bene qualsiasi cosa. Ne hanno parlato, di amore, anche i filosofi. Il primo fu Empedocle da Agrigento, che attribuì all’amore la caratteristica dialettica, contrapposta all’odio, e che, insieme, rappresentano i fattori cosmologici primari. Toccò, poi, a Platone che porta il concetto nella sfera metafisica Questo mondo divino, definito iperuranio, è il mondo delle Idee, è l’oggetto di conoscenza delle anime singolarmente considerate, ma che sarebbero tasselli dell’Anima del Mondo calati nell’essere umano. Tralasciamo l’amore affrontato in letteratura, limitandoci a segnalare solo due usi possibili: I – quello che documenta un uso patologico. Sono infinite le trame in cui la morbosità degli amori non consentono di vivere serenamente la vita. Qualcosa del genere dovrebbe essere accaduta a Charles Baudelaire se sottolineò: “Ma l’amore, per me, non è nient’altro che un materasso d’aghi su cui dare da bere a queste femmine crudeli”.
II – L’altra ipotesi, l’altra faccia della medaglia, è l’amore lieve, giocoso, affrontato anche con ironia e autoironia in certa letteratura considerata minore, come se gli approcci che danno benessere siano per forza superficiali e poco validi artisticamente. Esempi ne rinveniamo nella cosiddetta letteratura Chick Lit che, dalla matrice anglosassone, ha preso piede anche in Italia passando dai nomi di autrici tipo Madeleine Wickham, più nota come Sophie Kinsella, e la sorella Gemma Townley, anch’ella scrittrice nonché ottima musicista, a nomi come: Stefania Bertola (Aspirapolvere di stelle), Federica Bosco (Mi piaci da morire, S.O.S. amore, Cercasi amore disperatamente), Alessandra Casella (Un anno di gloria), Geppi Cucciari, l’attrice (Meglio donna che male accompagnata), Elena Depaoli (Come posso farcela), Silvia Giovannini (Effetto lifting.it), Tiziana Merani (Devo comprare un mastino, Amori a progetto, Se son rose), Laura Ruzickova (Spritz! Ho rubato un ritratto (ma per amore di un megabastardo), Chiara Santoianni (Il diario di Lara. Una single “Cosmoconica” alla ricerca della felicità).

Per finire, una ipotesi di amore su cui non si potrebbe mai scherzare (ma non è detto):

NINNA NANNA
Gianna Nanninni
Tu sei bianco tu sei nero
tu sei quasi jugoslavo
tu sei turco, tu sei ucraino
tu sei universalio
e mi piaci sembri azzurro
come il fiume Giordano
la tua faccia di uccellino ha un cuore catalano
dormi dormi vola via da te
dormi dormi vola via di quì
finchè sarà domani
tu sei bimbo, tu sei fungo
tu sei un viaggio all’inferno
tu sei vivo tu sei amore
sei un cucciolo e dintorni
dormi dormi vola via da te
dormi dormi vola via di quì
finchè sarà domani
ninna nanna, ninna’o
questo bimbo a chi lo do
ninna nanna ninna’o
tu sei ninna sei la nanna
sulla carta velina
fai la ninna fai la nanna
che hai già l’anima in vetrina
ninna nanna ninna’o
questo figlio a chi lo do

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

3 Responses to AMORE – PARLARNE – SCRIVERLO – CANTARLO LETTERATURA GENERE CHICK LIT

  1. Francesca Baldacci says:

    Amore e ironia: connubio ideale per non cadere nel melò, come avrebbe detto, giustamente, Brunella Gasperini, la prima che ci ha provato, in Italia, a sdrammatizzare i sentimenti attraverso la narrativa femminile italiana dell’immediato dopoguerra, precorrendo i tempi. Risolleviamoci dunque, con i sentimenti: e ben venga il chick-lit, ovvero… saper prendere la vita e l’amore con un pizzico di buonumore in più.
    Francesca Baldacci

  2. alessia e michela says:

    Grazie, Francesca.
    Aggiungi sensi e indichi meglio la via …

  3. Puget says:

    Amour et ironie, c’est très vrai !